Pesc.it

amo-circle

Quali ami usare per la pesca a bolentino di profondità?

La scelta dell’amo da pesca a bolentino di profondità, ha un’importanza elevata, soprattutto se consideriamo che stiamo pescando con mulinelli elettrici che funzionano a batteria e che dobbiamo recuperare le prede spesso da profondità abissali. Infatti, una volta allamata, anche se recuperiamo la preda a una velocità abbastanza sostenuta, prima che il pesce arrivi sotto bordo passano dai 15 ai 20 minuti.

Quali ami usare per la pesca a bolentino di profondità?

Quando si pesca in profondità si usano solitamente ami di numero compreso tra il 2 e il 9/0, diversi a seconda del tipo di preda che vogliamo cacciare e delle sue dimensioni.

Per gli occhioni, preda classica del bolentino di fondale, usiamo ami dal 2 al 3/0, mentre per la cernia e per altri grossi pesci come i gronghi si arriva anche a un numero 9/0. Ma vediamo insieme gli ami in commercio che meglio si adattano al bolentino di profondità.

Ami circle (ideali per il bolentino di profondità)

La qualità principale quando si pesca in profondità è quella di essere ami autoferranti. Nati per le prede difficili da ferrare si sono rivelati eccezionali per quasi tutte le specie di pesci. Il segreto sta l’ardiglione convesso verso lo stelo. Questa particolare forma consente all’amo, in qualsiasi posizione si trovi, di penetrare nella bocca del pesce. La parte circolare, scivolando all’interno delle fauci, ruota nella parte laterale della bocca dove inevitabilmente si ancora.

Un solo accorgimento: quando utilizziamo un amo circle dovremo far mangiare il pesce senza ferrare. Basta lasciare che il pesce mangi, senza strattoni, fino a quando non si allama da solo.

Carrello